Il mercato digitale (e non) cinese attira l'attenzione, già ad un'ora dall'inizio dell'evento c'era un po' di fila davanti la Mediateca Santa Teresa. Kaiser Kuo probabilmente è davvero la persona adatta (è nato in America, ha studiato lì e ha onorato le sue origini lavorando in Cina) all'interno di Baidu , un ambizioso motore di ricerca che sta crescendo in compagnia di un governo la cui natura è da approfondire, in cui non ci si può cristallizzare con le idee inculcate dai mass media occidentali.

In questo momento Baidu detiene uno share del 79% delle ricerche sul web cinese. E non si può generalizzare ne semplificare l'argomento internet in Cina, questa è la premessa di Kaiser Kuo, direttore della comunicazione internazionale di Baidu.

Baidu: Kaiser Kuo a Meet the Media Guru

foto di @PAsproni

L'entità Internet in Cina cambia troppo velocemente per inquadrarlo in modo preciso, insomma non puoi metterla in una categoria ben definita, ma come si fa su Google Mail gli puoi appiccicare varie tag. La cosa curiosa è che ti troverai ad applicare diverse tag di diversa natura. I cinesi sembra che risparmino molto, ma allo stesso tempo spendono molto in prodotti di lusso. Amano chiamarsi Netizen e si dividono in 3 archetipi, quello che vuole soltanto divertirsi e magari fotografa quello che sta mangiando e lo pubblica in rete, come fa un comune hipster occidentale, poi c'è il democratico fervente ed infine il nazionalista. Internet sta diventando il termometro dell'opinione pubblica dei cinesi. Bisogna tenere a mente una cosa quando leggiamo notizie riguardanti la Cina, ovvero che le riceviamo filtrate attraverso la voce di media occidentali.

La censura su internet: il Grande Firewall è una metafora fuorviante. Non c'è un Web Globale contro un Web Censurato Cinese.

Internet censorship: "The Great Firewall is a misleading metaphor. There's no a Global Web vs. a Chinese Censored Web" - @KaiserKuo #MMGKuo @guido_ghedin

Per quale motivo le compagnie digitali dell'occidente (come Google e Facebook) faticano ad entrare nel mercato cinese? A causa del livello di censura presente nel mondo digitale (e non) cinese?

Is Chinese censorship the real reason for the failure of western internet (Google, Facebook) in China? Maybe not says @KaiserKuo #MMGKuo @seancarlos

All'interno di Baidu lavorano 20.000 dipendenti, dove tutti si danno del tu ma soprattutto se ne fregano dei titoli aziendali perchè vieni giudicato in base ai risultati che ottieni. Se ci pensate, in Italia quante volte sentiamo storie in cui Tizio diventa Super Blabla Manager senza avere alcuna capacità nel proprio lavoro, scavalcando magari Caio che invece sa realmente fare le cose, ma per sua sfortuna Tizio è figlio/nipote/cugino di Sempronio.

Kaiser Kuo ha snocciolato anche un po' di numeri su Baidu, per esempio ogni giorno vengono elaborati 5 miliardi di query dagli utenti, che sono poi dati utili a creare un database di intenzioni per poter anticipare le tendenze. Nel futuro di Baidu ci sono in progetto interfacce più intuitive, deep learning, il riconoscimento vocale (in cui Google è già un passo avanti), interpretazione semantica e linguaggio naturale (anche Google lavora su questo) e il riconoscimento di immagini (anche in movimento), pare infatti che Baidu sia in grado di distinguere le razze di cani e gatti semplicemente dalle foto. Anche Google ci sta lavorando, ma attualmente “intuisce” il soggetto di una foto attraversoi meta tag della pagina internet. Al momento il motore di ricerca cinese non ha intenzione di sbarcare in Italia, ma intende espandersi in paesi come il sud America, l'Egitto e altre nazioni asiatiche. Questo perchè a detta di Kaiser Kuo, una taglia unica non va bene per tutti i mercati.

@KaiserKuo: una taglia unica non va bene per tutti mercati. #MMGKuo #mmguru @FrancescaMura

In Cina – secondo Kaiser Kuo - non guardano molto al brand ma al valore in sè del bene, tanto che viene considerata una cosa stupida spendere tanto per un bene, solo perchè è di marca. Insomma pare non ci sia lo stesso fenomeno che c'è da noi per i prodotti Apple. Ad esempio Pinterest essendo un prodotto buono è stato subito "clonato" con una versione cinese, attività in cui – ammette Kuo – i cinesi sono molto bravi.

#mmgKuo in pratica Kaiser dice che la Cina è ancora marxista: la merce ha solo valore d'uso (qualità) e nessun valore di scambio (brand)

@tbonini

Questo post esiste grazie all'evento organizzato a Milano il 30 Maggio 2013 da Meet the Media Guru.